il lago di garda

C’era una volta un
lago, e uno scolaro
un pò somaro,un pò
mago,con un piccolo
apostrofo lo trasformò
in un ago.
” Oh, guarda, guarda –
la gente diceva
– l’ago di Garda ”
” Un ago immportante:
è segnato perfino
sull’atlante”….. ( Gianni Rodari )

Annunci

RIQUALIFICAZIONE VIA ANELLI e GIARDINO MARATONA

Lunedì 27 gennaio sono iniziati i lavori di riqualificazione dell’ultimo tratto di via Anelli che comprendono anche la sistemazione del parcheggio “ maratona” e dell’intero giardino con la sistemazione dell’area giochi.
L’intervento è stato deliberato dalla Giunta comunale il 12 settembre 2013 (delibera n.246 maratona ).
Il cantiere resterà aperto almeno sino alla fine di aprile.
Non ci saranno comunque interruzioni del flusso automobilistico perché via Anelli rimarrà percorribile.
Qualche disagio potrà verificarsi durante il posizionamento della rotatoria, ma dovrebbe essere minimo sia per durata che per entità.

Con questo intervento l’Amministrazione comunale si propone i seguenti obiettivi:
snellire il traffico e diminuire l’inquinamento lungo via Anelli, grazie al collegamento del parcheggio ad est con gli altri due e all’ unico accesso in rotatoria; ( l’ingresso e l’uscita dal parcheggio saranno in alto dalla rotatoria e non più a metà via Anelli eliminando così i blocchi estivi della via)
estendere la pedonalizzazione del lungolago fino alla futura rotatoria, a vantaggio degli esercizi pubblici che si affacciano su via Anelli che potranno ampliare e qualificare i plateatici e organizzare piccoli spazi per eventi;
• riqualificare e ampliare gli spazi per i giochi dei bambini ( l’amministrazione non ha mai neppure lontanamente pensato di eliminare il parco giochi, anzi intende riqualificarlo )
prolungare fino alla futura rotatoria il mercato del martedì, migliorandone la sicurezza.
L’intervento consiste nella realizzazione di una rotatoria all’altezza della curva di via Anelli, di un collegamento fra i tre parcheggi esistenti, nella ricollocazione e potenziamento dei giochi e nella sistemazione dei collegamenti pedonali, adesso poco praticabili a causa delle radici dei pinus pinea che intaccano la superficie.

Nuova immagine

 
I lavori per la rotatoria comportano il taglio di una decina di pini marittimi, autorizzato dalla Soprintendenza ai beni architettonici e paesaggistici.
IL pino marittimo non è una pianta autoctona e questi della maratona neppure secolari in quanto piantumati agli inizi degli anni 80.
Inoltre il pino marittimo è una pianta parecchio devastante per l’espansione delle proprie radici ( basta vedere come riduce aiuole e marciapiedi con conseguenti rischi per le persone e pesanti impegni economici per le relative manutenzioni) e , con gli anni può diventare anche pericoloso in quanto a seconda dell’esposizione può inclinarsi e , proprio perché le radici non sono profonde ma in superficie, sradicarsi dal terreno
Nelle prossime settimane, a compensazione, 120 ulivi verranno piantati in diverse zone del nostro territorio (parco del laghetto, parco di via Zeneroni a S. Martino, ecc.): 12 nuovi alberi per ognuno dei pini tagliati.

COSTI
Il costo dell’intera opera ammonta ad euro trecentomila, di cui centocinquantamila finanziati dal Comune di Desenzano e centocinquantamila finanziati dall’autorità di bacino ( autorità che gestisce i porti dei 17 comuni della sponda bresciana con sede a Salò).Nuova immagine